Nonviolenza quando pare a noi?

Pacifismo, nonviolenza, antirazzismo, multiculturalità, diritti glbt...
Nonviolenza quando pare a noi? - martedì 3 aprile 2012, 9:42 da Marcello
Leggo sempre con grande interesse le "Pillole di semplicità volontaria", una rubrica di Cinzia Picchioni sul sito del Centro Studi Sereno Regis. Il Centro è dedicato alla pace e alla nonviolenza, e svolge un ruolo importante nella diffusione di queste tematiche, anche a livello educativo.

Nell'ultimo numero di questa rubrica però, ho letto un articolo in cui si parla degli insetti, e dei metodi non cruenti per allontanarli. Ad esempio le zanzare (zanzariere, luci spente, oli essenziali, ecc.), oppure le formiche (sale grosso, limone, cibo da altre parti per allontanarle). Bene, espedienti senz'altro condivisibili, chissà quante volte anche qui ne abbiamo parlato.

Poi alla fine Cinzia parla degli scarafaggi, e scrive:

Scarafaggi: no, quelli no, quelli li schiaccio senza pietà. Quell’insetto (ci credete che mi fa effetto perfino scriverne il nome?) non mi piace, cerco di evitare il confronto, ma se ne vedo uno provo una repulsione senza possibilità di guarigione; non riesco a fare diversamente, mi fa proprio schifo… e non è culturale è più… epidermico!


Ora, capisco che ognuno di noi abbia le sue paturnie, anche io ne ho parecchie, ad esempio non mi piacciono quelli che fanno motocross, per dire, però che senso ha curare una rubrica sulle scelte nonviolente, stando giustamente attenti alla singola formica, alla zanzarina, e poi scrivere una cosa del genere?

Io credo che la nonviolenza non sia come una lampadina che si possa accendere a piacimento, al momento del bisogno, per poi spengerla quando non ci va. La nonviolenza deve essere una pratica quotidiana per così dire trasversale, senza distinzioni. Perché altrimenti tutti possono avere dei buoni motivi (assolutamente personali, come in questo caso), per decidere cosa fare. Un cacciatore può odiare i merli, un macellaio trovare ributtanti i manzi, un soldato considerare spregevole e meritorio di essere schiacciato, il proprio nemico.

http://serenoregis.org/2012/03/pillole-alfabetiche/

M.
Marcello
 

Re: Nonviolenza quando pare a noi? - martedì 3 aprile 2012, 19:27 da vale.
E infatti un senso non ce l'ha.
Le persone che fanno così secondo me non hanno interiorizzato l'argomento.
Però molto fighi con la loro immagine di facciata.
Spiace dirlo ma é così.
Meno male che alla lunga, frequentandoli e ascoltandoli, prima o poi vengono allo scoperto senza nemmeno accorgersene ...

Però, Marcello, c'hai un sacco di ragione quando dici che ognuno c'ha le sue.

E infatti mi da sempre un sacco da pensare una cosa che faccio io, quando d'estate mi capita di essere punta (zanzare, tafani, a volte anche pulci se sto nell'orto, tra la terra). Quando sento il morso mi do una manata li dove fa male e a volte sotto c'é l'esserino ... spacciato.
E mi spiace ... ma non so come metterla questa cosa che faccio istintivamente.

A volte ho pensato che tutti i discorsi che facciamo sempre valgono qui, adesso e ora.
Perché nell'ambito della sopravvivenza, forse, tutto il resto scomparirebbe.
Avatar utente
vale.
utente senior
 
Msg.: 351
Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2012, 15:35

Re: Nonviolenza quando pare a noi? - martedì 3 aprile 2012, 23:36 da marzian
Ringrazio Marcello per l'intervento e anche per tutti gli spunti che sta postando su ItaliaCivile!

Anche al di fuori dell'ambito animalista, mi era già capitato altre volte di riflettere sul "quando pare a noi" nel movimento non-violento, considerata in particolare la "svolta" bertinottiana a Rifondazione Comunista (http://www.kelebekler.com/occ/bertinotti.htm): a distanza di anni continuo a non capire come si possa sposare la filosofia non-violenta avendo tra i massimi riferimenti storico-ideologici la resistenza ARMATA al nazi-fascismo (che non fu certo l'unica, per altro: http://www.peacelink.it/storia/a/14371.html).

Comunque, approposito di storia del movimento non-violento, Domenico Losurdo ha pubblicato un'interessante prospettiva critica: https://docs.google.com/file/d/0BxbmKn9 ... mYmZk/edit
Avatar utente
marzian
utente senior
 
Msg.: 241
Iscritto il: venerdì 29 gennaio 2010, 17:16
Località: Venezia

Re: Nonviolenza quando pare a noi? - mercoledì 4 aprile 2012, 8:42 da Marcello
vale. ha scritto:E mi spiace ... ma non so come metterla questa cosa che faccio istintivamente.


Appunto, istintivamente, in una situazione in cui seppure in maniera molto lieve, ti senti attaccata.

Che è cosa ben diversa dallo scrivere un articolo in cui si spiegano certe tecniche rivolte all'allontanamento non cruento di alcuni insetti, mentre altri vengono schiacciati perché "fanno schifo".

M.
Marcello
 

Re: Nonviolenza quando pare a noi? - mercoledì 4 aprile 2012, 15:34 da vale.
Non te la senti di dirglielo?
Ho visto che c'é un posto dove si può lasciare un commento.

Questa frase é molto esplicativa, magari le serve:

Marcello ha scritto:Io credo che la nonviolenza non sia come una lampadina che si possa accendere a piacimento, al momento del bisogno, per poi spengerla quando non ci va. La nonviolenza deve essere una pratica quotidiana per così dire trasversale, senza distinzioni. Perché altrimenti tutti possono avere dei buoni motivi (assolutamente personali, come in questo caso), per decidere cosa fare.
M.


Ciao,
Avatar utente
vale.
utente senior
 
Msg.: 351
Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2012, 15:35

Re: Nonviolenza quando pare a noi? - mercoledì 4 aprile 2012, 15:40 da Marcello
vale. ha scritto:Non te la senti di dirglielo?
Ho visto che c'é un posto dove si può lasciare un commento.


Commentare lì è stata la prima cosa che ho fatto, ma non è mai stato pubblicato.

M.
Marcello
 

Re: Nonviolenza quando pare a noi? - mercoledì 4 aprile 2012, 22:05 da vale.
L'ha pubblicato, ma senza risponderti.
Siccome l'obiezione e' giusta e manda a pallino tutti i suoi ragionamenti, non sapra' come fare. O magari ci sta ragionando. Vedremo.
Avatar utente
vale.
utente senior
 
Msg.: 351
Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2012, 15:35


Torna a Liberazione umana

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti