Quando un Comune aiuta gli stupratori

Pacifismo, nonviolenza, antirazzismo, multiculturalità, diritti glbt...
Quando un Comune aiuta gli stupratori - venerdì 20 luglio 2007, 11:49 da Marcello
TARQUINIA (VITERBO) - Sdegno, richieste di dimissioni immediate, due interrogazioni parlamentari e la vittima dello stupro che dice: "anche il comune è contro di me". Sono queste le principali reazioni alla delibera con la quale la giunta di Montalto di Castro, a Viterbo, guidata dal sindaco Salvatore Carai, ha deciso di anticipare 5 mila euro di spese legali ad alcuni degli otto minorenni accusati di aver stuprato una quindicenne di Tarquinia la notte tra il 21 e il 22 maggio scorso. La giovane, secondo quanto scritto nell'ordinanza di custodia cautelare, sarebbe stata invitata durante una festa a fare una passeggiata in pineta da un ragazzo. I due sarebbero poi stati raggiunti da altri sette minorenni e gli otto ragazzi, di età compresa tra i 15 e i 17 anni, avrebbero a turno violentato la giovane.

"Non potrò mai dimenticare del tutto quella notte - ha detto all'ANSA la 15enne vittima dello stupro - Quei ragazzi hanno poi raccontato ai poliziotti e ai loro genitori che io sarei stata consenziente: mi hanno insultata, hanno detto di me cose incredibili". A proposito della delibera della giunta di Montalto la giovane, che ha denunciato e fatto arrestare gli otto ragazzi, ha aggiunto: "Sono allibita, la considero una presa di posizione contro di me". Per gli otto indagati lo scorso 9 luglio il Gip del Tribunale dei minori di Roma ha disposto la revoca degli arresti domiciliari. "Le assistenti sociali mi hanno chiesto di aiutarli a trovare un'occupazione, ritenuta indispensabile per il loro recupero sociale - ha spiegato Carai, rieletto sindaco di Montalto il 28 maggio scorso - e io l'ho fatto impegnandoli nei lavori socialmente utili". Per quanto riguarda il 'prestito' di 5 mila euro, Carai ha precisato che le famiglie degli indagati hanno fatto presente di non essere in grado di sostenere le spese legali e di non fidarsi della difesa d'ufficio. "Chissà cosa mi avrebbe risposto il sindaco di Montalto di Castro se anche io gli avessi chiesto di anticiparmi i soldi per costituirmi parte civile contro coloro che hanno stuprato mia figlia?", ha protestato la madre della quindicenne di Tarquinia. Intanto il gruppo dell'Ulivo al Senato e il senatore di Forza Italia Giulio Marini hanno rivolto al ministro dell'Interno due interrogazioni parlamentari.

"Con il ministro Amato valuteremo le iniziative del caso con la massima celerità e attenzione" ha detto il ministro per le Pari opportunità Barbara Pollastrini, "esterrefatta" per la delibera della giunta di Montalto. "Con il Ministro Amato - ha assicurato il ministro - valuteremo le iniziative del caso con la massima celerità e attenzione. Confermo che la priorità del Ministero per i Diritti e le Pari Opportunità è la battaglia contro la violenza e le molestie alle donne, che è anche un mio impegno personale come donna, oltre che come Ministro".

www.ansa.it

M.
Marcello
 

- venerdì 20 luglio 2007, 11:54 da Cicciina
:? non riesco a leggerlo ... vorrei ma non posso ... le ragioni sono tante ... ma non riesco ...
Immagine
Avatar utente
Cicciina
utente senior
 
Msg.: 4092
Iscritto il: martedì 28 novembre 2006, 15:47

- venerdì 20 luglio 2007, 12:14 da Cicciina
sorellina folletta .... pure tu sai perchè ... :?
Immagine
Avatar utente
Cicciina
utente senior
 
Msg.: 4092
Iscritto il: martedì 28 novembre 2006, 15:47

- venerdì 20 luglio 2007, 12:18 da Cicciina
:cry: e per quanto ce li porteremo sorellina? ...
Immagine
Avatar utente
Cicciina
utente senior
 
Msg.: 4092
Iscritto il: martedì 28 novembre 2006, 15:47

- venerdì 20 luglio 2007, 12:24 da Cicciina
... quanto hai ragione sorellina ...
Immagine
Avatar utente
Cicciina
utente senior
 
Msg.: 4092
Iscritto il: martedì 28 novembre 2006, 15:47

- venerdì 20 luglio 2007, 13:29 da Marcello
La giunta comunale di Montalto di Castro avrebbe deciso di revocare la delibera con la quale ha anticipato 5 mila euro a testa ad alcuni degli 8 minorenni del posto accusati di aver stuprato una quindicenne di Tarquinia al termine di una festa di compleanno. L'annuncio della revoca della delibera dovrebbe essere dato dal sindaco Salvatore Carai nelle prossime ore.

20/07/2007 12:51

M.
Marcello
 

- venerdì 20 luglio 2007, 13:58 da veganway
Marcello ha scritto:La giunta comunale di Montalto di Castro avrebbe deciso di revocare la delibera con la quale ha anticipato 5 mila euro a testa ad alcuni degli 8 minorenni del posto accusati di aver stuprato una quindicenne di Tarquinia al termine di una festa di compleanno. L'annuncio della revoca della delibera dovrebbe essere dato dal sindaco Salvatore Carai nelle prossime ore.

20/07/2007 12:51

M.


Sarebbe pure il caso... si vergognasse! :evil:

Cris
"Alla carne non si rinuncia: dalla carne ci si libera. Chi dice il contrario sta facendo propaganda al soldo degli allevatori e dell'ottusita'." - Mare

---------------------------

"Vedere un mondo in un grano di sabbia
e un universo in un fiore di campo,
possedere l'infinito sul palmo della mano
e l'eternita' in un'ora."
- William Blake
Avatar utente
veganway
utente senior
 
Msg.: 2377
Iscritto il: sabato 10 giugno 2006, 12:07
Località: Busto Arsizio (Va)

Re: Quando un Comune aiuta gli stupratori - domenica 15 aprile 2012, 21:35 da Marcello
Dopo una serie di rinvii, è iniziato il processo agli otto ragazzi di Montalto di Castro (Viterbo) che il 1° aprile 2007 stuprarono una studentessa di 15 anni di Tarquinia. Un presidio dell' Udi, l' Unione donne in Italia (foto), ha «accompagnato» l' udienza davanti al tribunale dei minori. Assenti sia sei imputati, sia la vittima. I giudici hanno ascoltato i primi otto testi dell' accusa, tra cui i familiari della ragazza, oggi ventenne come pure i violentatori. Prima del processo ai giovani era stata concessa la «messa in prova», che avrebbe consentito l' estinzione del reato, ma il beneficio fu revocato a causa della solidarietà espressa dai compaesani. Nella prossima udienza, l' 11 maggio, sfileranno altri otto testi della procura.

Corriere della Sera, 14 aprile 2012

M.
Marcello
 

Re: Quando un Comune aiuta gli stupratori - mercoledì 9 maggio 2012, 8:56 da Marcello
Pare che l'amministrazione di Montalto di Castro sia passata dal centrosinistra (eh sì, era del centrosinistra...) al centrodestra.

M.
Marcello
 


Torna a Liberazione umana

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti