Un incontro di liberazione animale dove non ci si incontra

Teoria e pratica antispecista, società ed antispecismo, filosofia e politica antispecista

Moderatore: Adriano

Da http://www.veganzetta.org

Un incontro di liberazione animale dove non ci si incontra

Il 6, 7 e 8 settembre presso il presidio NO TAV di Venaus in Val di Susa si terrà il IX Incontro di Liberazione Animale, un incontro per molti aspetti pieno di anomalie: sopra tutte l’assenza all’incontro della quasi totalità dei maggiori gruppi, delle associazioni e dei coordinamenti che si occupano di liberazione animale in Italia. La domanda che ci si può legittimamente porre quindi sarebbe “a cosa serve un incontro del genere dove chi si occupa di liberazione animale e antispecismo non partecipa?”. Ovviamente non serve a nulla, ma il vero problema che ha causato tale situazione assurda, è la profonda spaccatura esistente nel nostro paese tra le realtà antispeciste e liberazioniste operanti sul territorio.
Le divergenze palesate nell’incontro dello scorso anno non sono state discusse e affrontate in seguito, e hanno dato vita a solchi ormai molto marcati e difficili da colmare. Non ci sono vittime e carnefici in tutto ciò, ma solo una disperante mancanza di comunicazione e volontà di confronto; il risultato è un’edizione del tutto superflua di un incontro che altrimenti sarebbe potuto essere un momento di confronto e di condivisione tra chi impiega quotidianamente le proprie energie in favore della liberazione degli animali non umani.
A perderci sono tutti, per primi gli Animali, ma anche gli stessi attivisti e l’immagine del progetto antispecista italiano.
Di cosa si parlerà il 6, 7 e 8 settembre in quel di Venaus? E a chi si parlerà? Chi e cosa potranno trovare tutte quelle persone – neofiti, simpatizzanti, attiviste/i – che parteciperanno all’incontro, se coloro che da anni lottano per la liberazione animale non saranno presenti?
Con questo non si vuole condannare chi ha organizzato l’edizione 2013 dell’evento, ma solo porre in evidenza il fatto – logico, ma evidentemente non per tutte/i – che se tra le realtà liberazioniste non c’è attualmente accordo, sarebbe stato molto meglio non organizzare alcun incontro prima di un chiarimento definitivo e magari “a porte chiuse”.
Continuando con l’analisi delle molte anomalie dell’incontro non si può non sottolineare il fatto che nessuno dei maggiori rifugi/santuari per Animali liberati presenti in Italia parteciperà ufficialmente all’incontro; un fatto grave, questo, che si commenta da solo. Per concludere è d’obbligo accennare anche alla questione riguardante la località dell’evento, ossia il presidio NO TAV di Venaus: un presidio di una realtà molto importante e sicuramente da appoggiare con convinzione, ma dalla quale più di una volta sono emerse voci di profonda critica se non di totale rifiuto delle istante vegane e antispeciste.
In linea di principio la scelta è motivata dal fatto che l’antispecismo è teoria e pratica di liberazione di ogni essere senziente, e quindi affine alle lotte di resistenza come quella NO TAV, il punto è che anche in questo caso prima di avventurarsi in organizzazioni del genere che sanno di forzatura, sarebbe stato utile un confronto con tutte quelle realtà NO TAV che di sicuro affini a noi (e forse a ragione, perché ci sarebbe molto da discutere) non si sentono.
In conclusione si spera che da tutto ciò possa scaturire una lezione utile a tutte/i (partecipanti e non), e che si possa in futuro organizzare una manifestazione davvero unitaria e utile alla causa.
Per il momento ci si limiterà a non partecipare: meglio consumare carburante, tempo ed energie.
Avatar utente
Adriano
Site Owner
 
Msg.: 1422
Iscritto il: venerdì 14 luglio 2006, 15:23

questo tentativo di boicottaggio è davvero vergognoso, senza offesa.
a me risulta che qualche grande rifugio italiano sia stato invitato e abbia rifiutato, peraltro. Quindi...
qui si è toccato il fondo.
Marco

Immagine
virgola
utente senior
 
Msg.: 1259
Iscritto il: martedì 23 maggio 2006, 11:50

Forse bisognerebbe soffermarsi a pensare perché ci sono stati tutti questi rifiuti da parte di chi ha sempre partecipato e organizzato.
Di vergognoso c'è solo il fatto che non ci si voglia confrontare.
Se nessuno o quasi partecipa forse un po' da pensare ci sarebbe.
Avatar utente
Adriano
Site Owner
 
Msg.: 1422
Iscritto il: venerdì 14 luglio 2006, 15:23

mi piacerebbe dire perchè chi non partecipa non partecipa, ma l'ultima volta che ho parlato liberamente e pubblicamente hanno cercato di menarmi (gli antispecisti).
no grazie.
ma comunque, anche se il motivo fosse ineccepibile, il ragionamento agghiacciante, e molto autoritario che fai è:
-hanno invitato il grande rifugio xy
-xy ha legittimamente rifiutato
-boicottate l'incontro perchè non c'è xy
Non fa una grinza.
Marco

Immagine
virgola
utente senior
 
Msg.: 1259
Iscritto il: martedì 23 maggio 2006, 11:50

Rileggiti per favore il comunicato e cerca per una volta di essere obiettivo.
Delle "baruffe" tra gruppi locali non interessa a nessuno, il problema è che c'è una totale incomunicabilità tra realtà antispeciste in Italia, e questo a prescindere da x o y... Questo è ciò che è stato evidenziato, nulla di più.
Avatar utente
Adriano
Site Owner
 
Msg.: 1422
Iscritto il: venerdì 14 luglio 2006, 15:23

sei in malafede, e lo sai.
non si può scrivere un comunicato del genere e parlare di incomunicabilità, mi pare evidente. è quasi imbarazzante.
Marco

Immagine
virgola
utente senior
 
Msg.: 1259
Iscritto il: martedì 23 maggio 2006, 11:50

Marco,

sei già stato causa di molti problemi in questo forum in passato, ti chiedo pubblicamente di non crearne altri perché non è proprio il caso. Quindi se hai da argomentare senza accusare o offendere fai pure, altrimenti occupati di altro. Grazie
Avatar utente
Adriano
Site Owner
 
Msg.: 1422
Iscritto il: venerdì 14 luglio 2006, 15:23

ennesima dimostrazione di propensione al dialogo.
non mi pare di essere stato offensivo, anzi.
ma tolgo il disturbo.
Marco

Immagine
virgola
utente senior
 
Msg.: 1259
Iscritto il: martedì 23 maggio 2006, 11:50

Il dialogo presuppone perlomeno un rispetto reciproco.
Se vuoi commentare nel merito del testo sei liberissimo di farlo, ma senza cominciare, come al tuo solito, a accusare gli altri.
E' di poco tempo fa una discussione sul fatto che su forumetici di recente ci sono stati troppi litigi che hanno allontanato le persone, in qualità di amministratore intendo quindi mantenere il livello della discussione su binari civili. E' chiedere troppo?

Adriano
Avatar utente
Adriano
Site Owner
 
Msg.: 1422
Iscritto il: venerdì 14 luglio 2006, 15:23

vediamo se capisco il tuo pensiero.
siccome una buona parte di chi ha da sempre partecipato e organizzato quest'anno per una serie di motivi (che se fossero esplicitati magari aiuterebbero a togliere questo alone di mistero e confusione) non ha voluto ne' organizzare ne' partecipare, ne consegue che l'incontro è totalmente "delegittimato" e privo di valore. nonostante ci siano altre individualità e collettività che invece credono sia utile comunque farlo. insomma, è una questione di quantità? di qualità? di quorum?

Adriano ha scritto:Delle "baruffe" tra gruppi locali non interessa a nessuno, il problema è che c'è una totale incomunicabilità tra realtà antispeciste in Italia, e questo a prescindere da x o y... Questo è ciò che è stato evidenziato, nulla di più.


credo che il tuo gesto di rendere pubblica questa diatriba a tre giorni dall'incontro dimostri che a te interessa.
inoltre trovo il tuo articolo un pelo incoerente. da un lato dici che "i panni sporchi vanno lavati in famiglia" auspicando un incontro "a porte chiuse", dall'altro sei tu a parlarne pubblicamente.
la mia personale opinione è che le questioni andrebbero risolte in modo aperto e trasparente, magari indicendo un'assemblea allargata proprio per evitare che cada tutto sul personale o che si verifichino strane modalità di tipo poco chiaro e poco libertario.
ma questa è solo la mia opinione.

la tua, potrei sbagliarmi, mi pare essere che nel dubbio sia meglio boicottare l'incontro. non semplicemente evitarlo, boicottarlo proprio, "almeno si risparmia benzina tempo ed energia".
non mi pare un tentativo atto a colmare le fratture che lamenti.
sono anche molto affascinato* dalla tua visione di nonviolenza. per parte mia ho sempre trovato meno violento un insulto o addirittura uno schiaffo piuttosto che l'uso strumentale della forma e del formalismo per chiudere la bocca a chi ci critica.
spero di non avere offeso o accusato troppo*.

*sarcasmo (è legale in questo forum?)
giona
junior
 
Msg.: 24
Iscritto il: giovedì 26 aprile 2012, 16:37

Ciao Giona,

Grazie per la tua risposta. per prima cosa ci terrei a dire che non è proprio del sarcarso che abbiamo bisogno, ma se a te piace fai pure.

Per otto anni i vari gruppi italiani interessati alla liberazione animale si sono organizzati per creare un evento che per prima cosa vuole essere un momento di incontro e confronto tra realtà che hanno poche possibilità (per motivi geografici) di ritrovarsi fisicamente. L'incontro di liberazione animale è poi sempre stato anche un appuntamento importante per tutte le persone che si stavano avvicinando a queste tematiche e che volevano avere maggiori informazioni, o semplicemente incontrare chi faceva già attivismo.
Questo presupposto serve semplicemente per dire che se la maggioranza di questi gruppi non parteciperà al prossimo incontro, è evidente che c'è un grosso problema irrisolto.
Per prima cosa non ci sarà alcun confronto (fondamentale), e poi anche il messaggio che verrà veicolato a chi vi parteciperà per la prima volta sarà del tutto parziale, o quantomeno non condiviso. Se questo a te pare poco, allora non è molto utile continuare a discuterne.
I motivi che hanno spinto le varie realtà a non partecipare sono di diversa natura e non sempre chiari, quindi sarebbe stato utile parlarne prima: incontrarsi e chiarirsi per poi procedere. Ciò avviene in ogni movimento che si rispetti.
Le assemblee allargate le si fa quando ci sono questioni di principio e/o di carattere generale (e vanno sempre fatte), se ci sono problemi di carattere locale o personale sarebbe utile che fossero i diretti interessati a chiarirsi, non credi?
Il comunicato esplicita tutto questo senza entrare nel dettaglio, perché non c'è la pretesa di avere una soluzione a tutto.
Se si vuole boicottare qualcosa lo si fa direttamente, il testo esprime una posizione particolare, gli altri solo chiaramente liberi di fare ciò che vogliono. Inoltre c'è scritto a chiare lettere che non si vuole colpevolizzare chi organizza quest'anno. Il comunicato è uscito solo ora perché è solo da pochi giorni che è stato diffuso il sito ufficiale dell'incontro e il programma.

Questione forum e nonviolenza: ti risponderò invitandoti a impiegare un po' del tuo tempo cercando negli archivi di forumetici gli interventi di "virgola", potrai constatare che a causa di sui interventi (ma non solo) ci sono stati molti problemi per il forum. Nonostante questo è ancora moderatore, questo solo per farti capire quali siano i livelli di tolleranza di questo sito. Ciò non significa che si debba sopportare supinamente tutto e tacere in nome della libertà di parola sbandierata troppo spesso da chi però non vuole assumersi alcuna responsabilità, e la utilizza per attaccare gli altri trasformando un sito di discussione in una sorta di rissa virtuale.

Adriano
Avatar utente
Adriano
Site Owner
 
Msg.: 1422
Iscritto il: venerdì 14 luglio 2006, 15:23

Adriano ha scritto:
Questione forum e nonviolenza: ti risponderò invitandoti a impiegare un po' del tuo tempo cercando negli archivi di forumetici gli interventi di "virgola", potrai constatare che a causa di sui interventi (ma non solo) ci sono stati molti problemi per il forum. Nonostante questo è ancora moderatore, questo solo per farti capire quali siano i livelli di tolleranza di questo sito.


meno male che io sono un problema. E' falso che io sia moderatore di qualcosa, non è vero. Almeno io non lo sapevo (!).
Sono stato moderatore di UNA sezione per un po' di tempo. In quella sezione ti sfido a trovare qualcosa che andasse anche soltanto fuori dalle righe.
Con questo, in altre sezione, ho già ammesso di aver esagerato varie volte, non lo nego. Ma vorrei dire che la frase qui sopra di Adriano è scorretta e anche subdola (ma non si può dire perchè poi la pace da cimitero di questo forum - in cui di discussioni, per inciso, non ne vedo da tempo, se non in certe ben circoscritte sezioni - viene turbata). Diciamo allora che la frase qui sopra non corrisponde per intero a verità, e amen.
Marco

Immagine
virgola
utente senior
 
Msg.: 1259
Iscritto il: martedì 23 maggio 2006, 11:50

Per Marco e per chi legge: Virgola è ad oggi moderatore, che poi non moderi nulla - nemmeno se stesso - è un altro discorso. Basta osservare a sinistra nel box identificativo, c'è scritto "virgola" e sotto "moderatore".
:cherry:

Questo solo per dimostrare che di subdolo non c'è nulla. Per chi poi ha tempo da perdere basterà usare il motore di ricerca interno del sito per trovare prova di quanto affermato, e per dimostrare che quanto affermato è vero per intero.
Spero sia conclusa la questione "virgola".

Adriano
:hal:
Avatar utente
Adriano
Site Owner
 
Msg.: 1422
Iscritto il: venerdì 14 luglio 2006, 15:23

ma stai scherzando? mi prendi in giro?
non sono moderatore.
ero moderatore, fino a un anno fa, o forse di più, del forum "l'altra medicina", e come si vede non lo sono. Come si vede, non sono moderatore di alcuna sezione. Se ho tecnicamente ancora questa "qualifica" (tecnica: perchè ho rinunciato da appunto molto tempo ad essere moderatore dell'unico forum che moderavo). Per inciso, mai nessun problema nell amoderazione di quel forum, come si potrà vedere. certo, soprattutto perchè gli utenti erano molto "disciplinati".
è più subdola di quello che pensavo, la manovra.
Marco

Immagine
virgola
utente senior
 
Msg.: 1259
Iscritto il: martedì 23 maggio 2006, 11:50

aggiungo due cose.
Precisazione: non sono più moderatore da maggio 2012, come da comunicazione di... Adriano
viewtopic.php?f=8&t=14742

Certo che se, Adriano, mi hai lasciato a mia insaputa l'etichetta di moderatore pur non essendo io moderatore di nulla, non è che poi puoi usare questo trucchetto nelle discussioni. Va bene tutto, ma non è che sono proprio deficiente.
Marco

Immagine
virgola
utente senior
 
Msg.: 1259
Iscritto il: martedì 23 maggio 2006, 11:50

Prossimo

Torna a Antispecismo

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite