Dieta vegetariana e rimedi erboristici per la depressione

Affrontare depressione ed emozioni negative. Psicologia positiva, crescita interiore e spiritualità

Moderatore: Sunny

Immagine

Riprendo, con qualche modifica, un mio post da InformazioneAlimentare:

- Nonostante la dieta vegetariana tenda ad un apporto basso di acidi grassi omega-3 a catena lunga (DHA ed EPA), considerati importanti per la salute psicologica, c'è almeno una pubblicazione in cui i vegetariani hanno riportato una minore incidenza di emozioni negative rispetto alla controparte onnivora, forse grazie ai minori apporti di acido arachidonico e l'aumentato apporto complessivo di grassi polinsaturi (http://www.nutritionj.com/content/9/1/26). Risultati che sono stati confermati anche da uno studio clinico, dove l'adozione di una dieta vegetariana ha portato a miglioramenti psicologici non convidisi dal gruppo dei "pescetariani": http://apha.confex.com/apha/137am/webpr ... 06464.html

- Virginia Messina, una delle più rinomate nutrizioniste vegan, consiglia comunque a tutti i vegan con una tendenza depressiva di integrare il DHA (http://www.theveganrd.com/2012/01/omega ... rimer.html). Ora, è vero che il DHA può essere retroconvertito in EPA, ma poichè gli effetti anti-depressivi degli omega-3 sembrano dovuti soprattutto a quest'ultimo (http://www.jacn.org/content/28/5/525.long), in questi casi è probabilmente più sicuro assumere un integratore che contenga entrambi (DHA + EPA).

- E' ancora controverso il ruolo della vitamina D nella depressione (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/article ... ool=pubmed), ma è comunque raccomandabile una moderata esposizione quotidiana della pelle alla luce solare diretta ed eventualmente si può provare l'assunzione mediante integratori di 1000-2000 IU/d. In ogni caso, anche questa vitamina può essere un nutriente critico nelle diete vegan e - per le nostre latitudini - un altro dei più apprezati nutrizionisti vegan (Michael Greger) ne consiglia a tutti l'integrazione con 2000 IU/d per il periodo di Dicembre e Gennaio: http://nutritionfacts.org/blog/2011/09/ ... endations/

- Tra i rimedi erboristici, abbiano evidenze importanti (risultati pari o superiori a quelli dei farmaci anti-depressivi) solo per l'iperico e lo zafferano, ma si può provare anche con lavanda, echium e rhodiola, che hanno dimostrato effetti superiori al placebo perlomeno in studi singoli: http://www.altmedrev.com/publications/16/1/40.pdf

- Potrebbero aiutare anche magnesio (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19944540) e probiotici, questi ultimi se contenenti lactobacilli e bifidobacterium (http://anp.sagepub.com/content/45/12/1023.full), ma il numero di pubblicazioni è ancora limitato.
Avatar utente
marzian
utente senior
 
Msg.: 241
Iscritto il: venerdì 29 gennaio 2010, 17:16
Località: Venezia

Per quanto riguarda la luce del sole, altre che per la vitamina D, credo sia importante anche per altri fattori: a parte regolare meglio il ritmo sonno/veglia e la produzione di taluni ormoni, obbliga ad uscire e respirare all'aperto (ovvio che nel verde diventa il massimo) e non è cosa da poco nei periodi negativi. Bisogna vedere se chi è depresso riesce ad imporsi la passeggiata quotidiana, ma di certo è un potente stimolo. Se avete un amico depresso e non sapete come aiutarlo, con un po' di tempo da dedicargli consiglio portarlo a camminare, in un parco o in montagna... Sarà banale, ma secondo me è qualcosa :cuore:
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino


Torna a Benessere interiore

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite