cosa autoproducete?

Chi fa da sé fa per te: autoproduzione, riutilizzo, riparazioni, decrescita...

Moderatore: mammafelice

Re: cosa autoproducete? - martedì 20 aprile 2010, 15:52 da Fenice
credo sia quello di detersivi bioallegri

http://biodetersivi.altervista.org/inde ... ge0005.htm
rinascere ogni giorno per vivere davvero.
Avatar utente
Fenice
utente senior
 
Msg.: 3835
Iscritto il: lunedì 11 febbraio 2008, 20:08
Località: Treviso, ora in Sicilia

Re: cosa autoproducete? - venerdì 23 aprile 2010, 14:28 da lorynuvola
senza dubbio nella maggiorparte delle case ci sono un sacco di prodotti che spesso non solo sono troppi e superflui ma sono tossici e pericolosi per la nostra salute.
io guardo soprattutto il discorso animalista e ho comprato un libro letto proprio in questa sezione per fare i saponi naturali, da acqua e aceto e via discorrendo.
anche perchè, a essere sinceri, non è che abbiamo case particolarmente sporche come certe pubblicità alle volte dimostrano. va bene il pavimento sporco da terra, acqua se fuori piove ma per il resto a meno che non si hanno muratori in casa, non servono chissà che detersivi per pulire :coniglio:
Avatar utente
lorynuvola
utente senior
 
Msg.: 255
Iscritto il: giovedì 7 gennaio 2010, 15:31
Località: Cantù, Como

Re: cosa autoproducete? - martedì 8 giugno 2010, 12:33 da stefiboh
Fenice ha scritto:credo sia quello di detersivi bioallegri

http://biodetersivi.altervista.org/inde ... ge0005.htm



scusate, mi sono persa. Sì, è proprio lui :hii:
Avatar utente
stefiboh
utente senior
 
Msg.: 868
Iscritto il: sabato 24 maggio 2008, 22:46
Località: NOVARA

Re: cosa autoproducete? - venerdì 4 febbraio 2011, 7:23 da fam.cuore
bellissimissimo questo post
da poco faccio pizze e cose varie (tutti i carboidrati )
calze quelle x stare in casa non le autoproduco le riciclo
http://www.facebook.com/album.php?aid=1 ... 1768ba71c2
latte lo faccio con la macchinetta
in realta'' in cucina usiamo cosi'' pochi ingredienti che , non lo so
io uso solo farine , fecola di patate e cacao .. cose che non riesco a autoprodurre
il lievito madre vorrei imparare , a farlo
poi compro tanta frutta e verdura dove faccio
gelato con le banane
pasta con gli zucchini ma e da un po' che non la faccio
centrifughe
frullati
spremute di arance e limoni



detersivi uso solo
aceto come ammorbidente (che voglio provARE a autoprodurmelo con la ricetta di mele )e alcol e candeggina non compro altro a parte quello x lavatrice
x i piatti ho fatto quello x la lavastoviglie ma pensavo di cambiarlo ho visto in rete una ricetta fatta con il sapone di marsiglia ..
vediamo ..
x l'igiene sciolgo le saponette e le faccio liquide durano di piu'' , e poi uso shampoo e dentifriciooche non ho mai autoprodotto , xo'' ho preso l'argilla che voglio usare una volta a settimana
con la stoffa mi creo tante cosette sacchettini , borse , no abiti non son capace
u altra cosa , assorbenti , tovaglioli e fazzoletti di stoffa
ora voglio provare a fare la ceretta autoprodotta , guardare sul web la ricetta

creme ecc e' inutile che le faccia tanto non le uso .. sarebbero sprecate ..
comunque autoprodurre vuol dire anche risparmiare e non poco a parer mio ..
io tipo nella spesa compro al supermercato solo poche cose , dove spendo di piu' sono frutta e verdura che ne compro tanta ..
x fruttare , spremere ecc..
^_^
fam.cuore
junior
 
Msg.: 21
Iscritto il: sabato 11 luglio 2009, 17:29

Re: cosa autoproducete? - giovedì 14 aprile 2011, 16:12 da HappyElly91
:fiore: pane
:fiore: latte di soia
:fiore: pizza
:fiore: tigelle(per chi non le conoscesse sono delle focaccine)
:fiore: tagliatelle-gnocchi-chitarrine
:fiore: pasta senza uova
:fiore: babbà ma non li faccio mai
:fiore: dolci ma non li faccio mai

detersivo

WHISLIST :soppy: --------> caffé d'orzo, dentifricio, deodorante, shampoo,
HappyElly91
junior
 
Msg.: 2
Iscritto il: martedì 12 aprile 2011, 19:23

Re: cosa autoproducete? - giovedì 12 maggio 2011, 11:48 da manuz
ciao...allora

- marmellata
- germogli (con la germogliera fai da te consigliata da erbaviola!!!)
- seitan
- pane (ma non sempre)
- torte
- polpette di legumi
- erbe aromatiche in terrazzo (giusto 4: timpo, salvia, basilico e rosmarino)
- sughi
- dado vegetale
- farinata di ceci
- ogni tanto pizza (ma molto rara)

- ammorbidente con l'acido citrico
- crema di marsiglia per lavatrice
- ho fatto il detersivo per piatti sale-limone-bicarbonato ma non mi è piaciuto per nulla
- olio di semi di lino
- olio per il corpo

per ortaggia: come prepari le lavande vaginali?
per lella: ti consiglio una delle mie torte preferite che ottengono sempre grande successo (soprattutto perchè è tipica della mia zona e qui in sardegna non è comune). è facile, esce sempre e utilizzando latti vegetali che sono dolci e giocando con le dosi dell'uvetta si può ridurre molto la quantità di zucchero.
guarda qui la ricetta è praticamente questa
http://www.veganblog.it/2010/02/21/torta-paesana/
manuz
junior
 
Msg.: 40
Iscritto il: domenica 13 marzo 2011, 19:59
Località: CAGLIARI

Re: cosa autoproducete? - domenica 15 maggio 2011, 11:00 da jennifer89
Allora domande per tutti/e coloro che autoproducono i latti vegetali con una macchina:
-consigli per migliorare il latte di soia autoprodotto e avvicinarsi al gusto dei latti bio in vendita ( squisiti mannaggia a loro ), qual'è il segreto :?:

io autoproduco da alcuni anni il latte di soia, prima con colini e pentole varie, da quando mi è stata regalata con la veganstar, visto che vorrei consumare regolarmente soia ho ripreso ad autoprodurlo con costanza, cercando di apportare di volta in volta degli accorgimento per migliorarlo, ora parto da 50/60 gr di soia secca ( bio dei campi di mio padre), ammollata per 2 gg cambiando l'acqua, infine sbucciata ( tanta pazienza ma volendo usare l'okara viene nettamente meglio ) e ammollata in acqua tanto calda per una quindicina di min
imposto il programma per il soy milk, e l'ultimo latte di ieri sera aggiungendo nell'acqua la vaniglia ( solo l'estratto di una parte di una bacca )
una volta pronto ho filtrato ( con colino e telo) un pò, ma lasciandolo comunque più "denso", ho fatto bollire un pò in una pentola con la bacca di vaniglia, tolta poi e aggiunto un pizzichino di sale e una volta tiepido un cucchiaio di succo di agave.

Il sapore è migliorato, molto più buono però lontano da quello che si acquista, penso il segreto sia nelle tecniche per produrlo

-consigli per i latti veg di cereali

con il latte di riso ho seri problemi, non mi riesce proprio, primi tentativi con riso integrale lasciato in ammollo circa 6 ore o anche di più, pessimi risultati, poi riso semiintegrale e risultati sempre vergognosi, riso bianco seppur bio ... sempre farina di riso in sospensione, questo il risultato, ho aggiunto anche l'olio di semi di girasole spremuto a freddo, l'agave o il malto di riso, però il problema rimaneva

con il latte di aveva, qualcosina meglio però con il programma con cottura il latte risultava colloso senza cottura con semplice mill era anche in questo caso farina insospensione ( acqua sporcain poche parole :-? )

vorrei riuscire a realizzare almeno quello di riso, e qualcuno ha provato con altri cerali penso ad es al miglio?

Inoltre consigli per arricchire i latti di calcio, molti latti utilizzano come fonte di calcio un'alga, lithotamnium calcareum, qualcuno ha provato?

Almeno mi riescono deliziosi i latti raw di mandorla, con datteri e vaniglia :-D

Grazie in anticipo,

Valentina Jennifer
"Le più felici delle persone, non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino" Paulo Coelho
Avatar utente
jennifer89
utente senior
 
Msg.: 839
Iscritto il: giovedì 24 luglio 2008, 9:10
Località: Venezia

Re: cosa autoproducete? - domenica 15 maggio 2011, 12:33 da Fenice
Ciao Jennifer :*

per il latte di soia io ho avuto un miglioramento aggiungendo nello scomparto dei semi da macinare, anche 1-2 cucchiaini di lecitina di soia, consiglio che avevo letto qua per evitare che acqua e grassi si separino.
Poi all'inizio shakeravo bene il latte ottenuto pensando che il deposito sul fondo della brocca fosse parte importante e che non andava persa, invece sbagliavo: rende il latte polveroso come un caffè turco. Infatti ora il sedimento lo lascio.
Con 1-2 pizzichi di sale una volta che il latte è freddo migliora. Io non la sbuccio, troppo sbattimento ;(
Cmq ho visto che cambia molto il sapore a seconda della soia che usi, tipo a me con quella della ecor veniva schifissimo ;(

Per il latte di riso ho letto nel 3d dei latti vegetali (che è nella sezione vegetarismo) che non riesce a nessuno...io non ci ho nemmeno provato, tant'è.

Per i latti a crudo mi viene benissimo quello di mandorla.
Volevo provare quello di avena e qualcos'altro...tipo fare avena e nocciola o farro, ma mi devo leggere di nuovo il 3d perchè lì davano consigli e non me ne è rimasto in testa uno :( devo rileggere.
Spero che mammafelice o altri che praticano da tempo i latti veg ti possano dare direttamente i consigli che cerchi! farebbero comodo anche a me :P
rinascere ogni giorno per vivere davvero.
Avatar utente
Fenice
utente senior
 
Msg.: 3835
Iscritto il: lunedì 11 febbraio 2008, 20:08
Località: Treviso, ora in Sicilia

Re: cosa autoproducete? - domenica 15 maggio 2011, 18:24 da jennifer89
Ciao a te Fenice :-)

intanto grazie per i tuoi consigli per il latte, mannaggia anch'io ogni volta shake-shake, perchè si crea il deposito ( e nel deposito ci sono anche i granuletti della vaniglia) però appunto diventa polveroso e manca quella corposità dei latti bio che vendono super buoni, proverò con la lecitina anche se volevo evitarla, avevo tentato con oli ma non ci sono grandi risultati.

Aspettando consiglio da altre autoproduttrici, rivado nel thread dei latti vegetali
( la sezione dell'infanzia vegan è una delle più attive e ben fornita, la seguo spesso, complimenti e grazie a tutte, e poi così bello leggere di questi bimbi/e vegan :soppy: )

Valentina Jennifer
"Le più felici delle persone, non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino" Paulo Coelho
Avatar utente
jennifer89
utente senior
 
Msg.: 839
Iscritto il: giovedì 24 luglio 2008, 9:10
Località: Venezia

Re: cosa autoproducete? - mercoledì 18 maggio 2011, 9:55 da mammafelice
Scusa il ritardo... Latte di riso: come dice Fenice, è ostico! A livello industriale il riso è fatto "digerire" da enzimi, per questo viene così dolce senza zuccheri aggiunti. La stessa cosa a livello casalingo è impossibile. A me quello che è venuto meglio (ma comunque ben diverso dall'industriale) è il latte di avena. Almeno viene meno polveroso degli altri, però occhio perchè se c'è troppa avena o cuoce troppo viene "colloso" e denso. Mi veniva abbastanza bene con avena ben ammollata e quasi germogliata, lecitina di soia, puntina micro di sale e poi dolcificato, usando il programma a crudo. Ma non lo faccio praticamente mai.
Per la soia non so aiutarti, più di quel che fai, la sbucci pure!!! Io no :joker:
Il calcio puoi aggiungerlo con le alghe come hai detto tu, si trovano in erboristeria o online, come integratore di calcio, sotto forma di capsuline e suppongo siano frullabili con un macinacaffè e scioglibili nel latte. Però poi bisogna ricordarsi di agitare sempre la bottiglia prima del consumo (questo vale anche per i latti industriali tra l'altro)!!!
:-)
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

Re: cosa autoproducete? - martedì 7 giugno 2011, 14:50 da jennifer89
Un grazie a te mammafelice, scusami se rispondo ora ma ero convinta di aver già risposto, mi sa che era venuto meno il login quindi non era stata inviata la mia risposta e poi non ho più controllato perchè quella volta ero di fretta.

Ti ringrazio comunque, immaginavo che i metodi di produzioni industriali non fossero riproducibili, lì il segreto della dolcezza del latte di riso che crea dipendenza ( a meno che....tentare di procurarsi gli enzimi ;-) poi la cucina diventa un vero e proprio laboratorio di biochimica, con enzimi digestivi nelle eppendorf, capsule con le polverine di alghe, strumenti vari, colini, filtrini ... ).

Quindi come latti di cereali homemade rimane
l'avena ( avevo provato con discreti risultati ma durava molto poco uno due gg ed era sempre denso, proverò a farla germogliare grazie del consiglio )

il miglio ( qualcuno aveva provato? se sì tempi di ammollo, quantità, accorgimenti? io provato una volta ma polveroso )

Per il latte di soia homemade, eh sì io sbuccio fagiolo per fagiolo, evviva l'arte della pazienza, e ho provato tutti gli accorgimenti possibili per renderlo il più simile possibile a quello acquistato ( però anche per il latte di soia ci deve essere il trucco, è troppo buono ).
Il risultato era stato un latte buono però con deposito e che al secondo giorno era andato a male, non immaginate l'amarezza, per il lavoro e per le materie prime sprecate...

grazie ancora, e se avete consigli o idee sono sempre graditi

Valentina
"Le più felici delle persone, non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino" Paulo Coelho
Avatar utente
jennifer89
utente senior
 
Msg.: 839
Iscritto il: giovedì 24 luglio 2008, 9:10
Località: Venezia

Re: cosa autoproducete? - lunedì 20 giugno 2011, 15:56 da mammafelice
jennifer89 ha scritto:Per il latte di soia homemade, eh sì io sbuccio fagiolo per fagiolo, evviva l'arte della pazienza, e ho provato tutti gli accorgimenti possibili per renderlo il più simile possibile a quello acquistato ( però anche per il latte di soia ci deve essere il trucco, è troppo buono ).
Il risultato era stato un latte buono però con deposito e che al secondo giorno era andato a male, non immaginate l'amarezza, per il lavoro e per le materie prime sprecate...

Che lavoro certosino! Immagino la rabbia a buttarlo!!!!
Io proprio per questi motivi lo faccio saltuariamente (lo bevo saltuariamente del resto), perlopiù uso la macchina per fare il latte e poi il tofu. Se decido di tenerlo per berlo dolcifico e aggiungo un poco di vaniglia, ma non lo bevo praticamente mai da solo quindi tollero il sapore anche non perfetto.
E aimè sì, vanno a male alla velocità della luce. Anche quello di mandorle purtroppo, che invece bevo più spesso. Infatti ora lo faccio semplicemente nel frullatore e poco per volta...
Credo però che si possa surgelare. Perchè, quando fai opera completa di sbucciamento ecc. non provi a congelarti il latte in porzioni da 2 giorni??? Tentar non nuoce, se si fa col latte materno, dovrebbe funzionare :-)
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

Re: cosa autoproducete? - martedì 21 giugno 2011, 12:00 da jennifer89
Mammafelice ti ringrazio, anch'io lo bevevo raramente ( e anzi anch'io quelle volte facevo del tofu, così evitavo il problema della durata così limitata ) però ultimamente sto provando ad assicurarmi una "porzione "di soia al giorno considerando gli isoflavoni presenti e i loro effetti positivi, quindi mi ritrovo ad acquistare degli yogurt di soia naturali oppuri i latti vegetali addizionati ( che hanno devo ammettere vari vantaggi, oltre al gusto che crea dipendenza) ,producendo però rifiuti ( cosa che detesto, oltre ai soldi visto che costano! ) e quindi stavo cercando di riprendere un pò l'autoproduzione ( per l'addizionare con l'alga sembra troppo difficile ).
Comunque quando capitano episodi simili l'autoproduzione crea amarezza, tanta e mi fa fare qualche passo indietro ( non ho ancora tentato ad autoprodurre lo yogurt senza la yogurtiera ad es per la paura quasi certezza di dover buttare tutto).

Anch'io di tanto in tanto mi preparo il latte di mandorla con vaniglia e dolcificata con i datteri, buonissimo ma lo faccio volta per volta, perchè proprio non sopporterei di buttere mandorle, datteri e vaniglia.

Per il tuo consiglio, potrebbe rivelarsi molto utile,la procedura del congelamento si riferisce al latte di soia al naturale, una volta filtrato, senza null'altro che la soia e l'acqua? non si altera il sapore? e i nutrienti? e per quanto si potrebbe mantenerlo?

Valentina Jennifer
"Le più felici delle persone, non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino" Paulo Coelho
Avatar utente
jennifer89
utente senior
 
Msg.: 839
Iscritto il: giovedì 24 luglio 2008, 9:10
Località: Venezia

Re: cosa autoproducete? - martedì 21 giugno 2011, 18:14 da mammafelice
Non so risponderti con certezza, ma so che si può congelare il latte materno senza che perda le sue proprietà nutrizionali, a patto di congelarlo entro le 24 ore (ed averlo conservato nel frattempo in frigo) e di scongelarlo senza farlo bollire o senza microonde... Quindi credo che il grosso delle proprietà nutrizionali si salvi. La maggior parte delle sostanze si degrada o all'aria o alla luce o al calore. Quindi mettendolo subito in contenitori chiusi (puliti ovviamente) tipo barattoli di vetro non riempiti troppo affinchè non si spacchino, e riposto subito al buio del freezer!
Del resto gli isoflavoni sono ampiamente riscontrati nel tofu, che di solito è impacchettato in plastica trasparente, quindi non credo ci siano grossi problemi nemmeno per la luce, nel caso specifico...
Secondo me puoi congelare il latte come vuoi, sia al naturale, sia già dolcificato. Non credo cambi nulla per la stabilità del prodotto.
Il latte materno è dato con durata di 2/3 mesi se congelato (dipende dalla temperatura del freezer e da quanto lo apri sovente).
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

Re: cosa autoproducete? - mercoledì 22 giugno 2011, 15:14 da jennifer89
Ti ringrazio, anche per la questione del latte materno.

Allora proverò al naturale, pensavo anch'io inizialmente ai barattolini in vetro ( ovvio che terrei conto dell'aumento di volume! ) però magari si rivela più comodo farne dei cubetti, al posto dell'acqua così da usarli anche nei frullati e gelati di frutta. Proverò

:?: mi scuso per l'ennesima domanda ma un minipimer trita i cubetti ghiacciati ? il frullatore cilindrico normale no, e presumo neanche pensare al minipimer...

Valentina Jennifer
"Le più felici delle persone, non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino" Paulo Coelho
Avatar utente
jennifer89
utente senior
 
Msg.: 839
Iscritto il: giovedì 24 luglio 2008, 9:10
Località: Venezia

PrecedenteProssimo

Torna a Autoproduzioni

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti