Lo yogurt autoprodotto (con e senza yogurtiera!)

Chi fa da sé fa per te: autoproduzione, riutilizzo, riparazioni, decrescita...

Moderatore: mammafelice

Ho fatto un esperimento che credo possa riuscire anche col latte lidl: ho usato latte finestra sul cielo (senza zucchero nè calcio, totalmente nature come il lidl) ed ho aggiunto però 4 cucchiaini di zucchero di canna prima di farlo fermentare. Venuto benissimo.

Ottima notizia, grazie!

Pensi che il sistema possa funzionare anche con il latte di soia autoprodotto?
O in questo caso le ragioni della non riuscita sono diverse? SI leggono in giro vari consigli sul come "addensarlo" per facilitare la formazione dello yougurt, ma a me non è mai venuto niente.

Ciao, Marco M.
marcom
junior
 
Msg.: 98
Iscritto il: mercoledì 8 settembre 2010, 1:02
Località: Riserva Naturale "Valli del Mincio", Mantova

E' possibile Marcom: col latte autoprodotto un problema è l'acquosità (se ci son poche proteine non si addensa a sufficienza), ma l'altro potrebbe proprio essere la carenza di zuccheri facilmente consumabili dai fermenti. La soia contiene amido, ma una spintarella con un po' di zuccheri semplici forse è quello che ci vuole! Del resto anche per fare la pasta madre e il pane ci si aiuta col malto, a volte... Non resta che provare!
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

mammafelice ha scritto:Ho fatto un esperimento che credo possa riuscire anche col latte lidl: ho usato latte finestra sul cielo (senza zucchero nè calcio, totalmente nature come il lidl) ed ho aggiunto però 4 cucchiaini di zucchero di canna prima di farlo fermentare. Venuto benissimo.

Aimè, aggiorno e negativamente: latte lidl e 4 cucchiaini di zucchero non è andata a buon fine. Meglio di prima, nel senso che almeno qualcosa si è "mosso" (prima mi rimaneva del tutto liquido). Stavolta si sono formati fiocchetti, ma era ancora parecchio liquido. Ho lasciato quindi fermentare più a lungo, ma inutilmente, perchè i fiocchetti hanno cominciato a separarsi dal siero senza raggiungere prima consistenza cremosa...
A questo punto non so che pesci pigliare (metaforico :hii: )...
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

Provato - era da molto che attendevo di farlo - latte di soia autoprodotto con un po' di zucchero: domani mattina vedremo il risultato.

M.
marcom
junior
 
Msg.: 98
Iscritto il: mercoledì 8 settembre 2010, 1:02
Località: Riserva Naturale "Valli del Mincio", Mantova

Provato: latte di soia autoprodotto con un po' di zucchero: domani mattina vedremo il risultato.

Esito negativo, purtroppo: il latte si è addensato pochissimo, anche se non si è separata l'acqua dal resto, così come capita con i latti di scarsa qualità.
Avevo fatto il latte con 1,1 lt di acqua + 1 misurino di soia (mi pare che siano 80 gr); poi ho usato 1 lt di questo latte + 1 vasetto di yogurt di soia (quello che uso sempre) + 7 cucchiaini (5 ml) di zucchero di canna (uno per ogni vasetto in produzione).

Di solito, con il latte acquistato riesco a fare 5-6 cicli, prima di dover ripartire dal vasetto.

M.
marcom
junior
 
Msg.: 98
Iscritto il: mercoledì 8 settembre 2010, 1:02
Località: Riserva Naturale "Valli del Mincio", Mantova

Uff. Peccato. Ci sono cose che davvero ancora mi sfuggono della questione....
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

ohi, io da lidl è qualche mese che trovo al banco frigo uno yogurt di soia bianco ma zuccherato: secondo voi può andar bene per essere usato come starter?
rinascere ogni giorno per vivere davvero.
Avatar utente
Fenice
utente senior
 
Msg.: 3835
Iscritto il: lunedì 11 febbraio 2008, 20:08
Località: Treviso, ora in Sicilia

L'ho visto, ma non l'ho considerato: non è biologico. Anche se quest'ultimo mi costa un po' di più, mi permette di fare qualcosa come 35-40 vasetti, tra l'altro di maggior dimensione (180 gr l'uno), quindi lo si ammortizza ampiamente.

M.
marcom
junior
 
Msg.: 98
Iscritto il: mercoledì 8 settembre 2010, 1:02
Località: Riserva Naturale "Valli del Mincio", Mantova

beh certo, se interessa averlo 100% bio, il che è auspicabile, capisco il tuo discorso.

No, io mi riferivo al fatto che sia già zuccherato...perchè di solito per far lo yogurt in casa (anche all'epoca in cui lo facevo con lo yogurt e latte vaccino) ho usato yogurt non zuccherati, al naturale appunto e anche lo yogurt di soia l'ho sempre trovato bianco non zuccherato (e tornava comodo che ci potevo fare anche salsine salate, creme con l'avocado etc.).....ma questo è zuccherato e mi chiedevo se questo possa influire o meno. Ad occhio direi di no, ma volevo sapere anche il vostro parere.
Casomai faccio una provo e via...

Poi non lo so se sto yogurt usi soia bio, non è scritto palesemente sulla confezione, ma il resto degli ingredienti sono buoni...io so' troppo pigra per star lì a scrivere alla ditta :okkiolino:
Purtroppo lo yogurt bio lo trovo solo a catania ed è troppo lontano e con questo caldo che già comincia non è più opportuno prenderlo, preferisco il compromesso non bio del lidl che è più vicino.
rinascere ogni giorno per vivere davvero.
Avatar utente
Fenice
utente senior
 
Msg.: 3835
Iscritto il: lunedì 11 febbraio 2008, 20:08
Località: Treviso, ora in Sicilia

...questo è zuccherato e mi chiedevo se questo possa influire o meno. Ad occhio direi di no, ma volevo sapere anche il vostro parere.

Anche secondo me non dovrebbe darti problemi, anzi: un po' di zucchero non può che aiutare il lavoro dei batteri.

Poi non lo so se sto yogurt usi soia bio, non è scritto palesemente sulla confezione, ma il resto degli ingredienti sono buoni...io so' troppo pigra per star lì a scrivere alla ditta :okkiolino:
Purtroppo lo yogurt bio lo trovo solo a catania ed è troppo lontano e con questo caldo che già comincia non è più opportuno prenderlo, preferisco il compromesso non bio del lidl che è più vicino.

Ecco, appunto, il problema è la qualità della soia: mi risulta che quando non è bio, si è quasi certi che si tratti di soia OGM; tipicamente è modificata per resistere ai diserbanti (la più famosa è la roundup). Lascio questo link:
- http://www.associazionesum.it/soia_transgenica.htm

Nello yogurt LIDL si è certi che non ci sia soia bio altrimenti lo metterebbero ben in evidenza dato il costo superiore.

Mi sembra di ricordare però, che la marca proposta da LIDL sia Sojasun: è giusto?
Se è veramente così, si può leggere nel loro sito che la soia utilizzata è di origine francese e non ogm:
- http://www.sojasun.it/i-nostri-prodotti ... urale.html
Ci si può fidare?


Ciao, Marco M.
marcom
junior
 
Msg.: 98
Iscritto il: mercoledì 8 settembre 2010, 1:02
Località: Riserva Naturale "Valli del Mincio", Mantova

oddio...con tutti sti nomi di marche non ricordo mica se si chiama sojasun o cosa :scusa: ho proprio un vuoto. al prossimo giro al lidl...ho un vago ricordo di soywell ma ho parecchia confusione in testa, chissà se è quello il nome.
rinascere ogni giorno per vivere davvero.
Avatar utente
Fenice
utente senior
 
Msg.: 3835
Iscritto il: lunedì 11 febbraio 2008, 20:08
Località: Treviso, ora in Sicilia

Sicuramente NON si chiama soyasun, ma bisognerebbe leggere qual'è lo stabilimento di produzione e confrontarlo con quello scritto sui vasetti soyasun...
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

Si, scusate, soyasun non c'entra niente (ero andato a memoria e tante sigle si assomigliano).

La marca corretta dovrebbe invece essere Soywell, riscontrabile per esempio da questa scheda:
- http://www.veganhome.it/prodotti/alimen ... /sojagurt/

In effetti proprio fenice ce l'aveva già detto!

M.
marcom
junior
 
Msg.: 98
Iscritto il: mercoledì 8 settembre 2010, 1:02
Località: Riserva Naturale "Valli del Mincio", Mantova

ah ecco, allora qualche neurone ancora ci prova a mettere in moto la memoria. Scusa Marcom, ma in questo periodo se non vado di post-it faccio veramente fatica anche per le cose più banali :scratch:

ho cercato questa marca ma non è che si trovi molto online...cioè non mi pare che ci sia un sito di riferimento a cui poter chiedere eventualmente info sulla soia che usano. A 'sto punto mi par che forse qualche info potrebbe darla direttamente lidl?
rinascere ogni giorno per vivere davvero.
Avatar utente
Fenice
utente senior
 
Msg.: 3835
Iscritto il: lunedì 11 febbraio 2008, 20:08
Località: Treviso, ora in Sicilia

Ta daaaaaa :cherry: Iogurt di soia riuscito perfettamente con latte autoprodotto!!! Sono allibita praticamente :-P
Ho cambiato macchina (la mia vecchia sojafit è deceduta) e, spiazzando la me stessa di poco tempo fa, ho preso una macchina senza filtro come consigliato da Annalisa qui: viewtopic.php?f=9&t=14573#p204331
Ieri sera ho fatto il latte (con soia molto fresca, italiana, comprata su Tibiona), l'ho lasciato raffreddare fino a poterci tenere il dito dentro (termometro alla mano, tra i 45 ed i 50°C), l'ho dolcificato leggermente con 4 cucchiaini di succo d'agave (avevo finito il malto, se no userei quello) e ho messo una puntina-ina di sale. Infine ci ho mescolato bene i fermenti (avevo una bustina di starter). Tappato tutto nel thermos.
Samattina con poca speranza apro il trermos e.... c'era lo yogurth! Solito, ma morbido, omogeneo (bè, "rompendolo" col cucchiaio si è separato pochissimo siero) e di sapore gradevole. Nulla di cagliato/separato/liquido come mi capitava prima!
Ragass, non so dire se sia merito della buona qualità della soia o della macchina ;-) :-D
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

PrecedenteProssimo

Torna a Autoproduzioni

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti